Privacy Policy
Scroll to Top

FASHION DMG MODA

AL PREMIO MODA “CITTA’ DEI SASSI” 2017: vince la stilista sarda Mara Piras

Un successo di pubblico, di critica, di stile, di eleganza, di internazionalità  alla IX edizione del Premio Moda “Città dei Sassi”.

Grande successo per il Premio Moda “Città dei Sassi” dove sensualità, passione, originalità ed internazionalità hanno caratterizzato la nona edizione del Concorso Internazionale per Stilisti dell’Alta Moda.Lo scopo del concorso èdi individuare, valorizzare e premiare creativi, designers per scoprire stilisti emergenti e/o di professionisti nel campo della moda femminile e di valorizzarne il talento nella splendida  cornice dei  “Sassi” di Matera (Patrimonio Unesco dell’Umanità e Capitale Europea della Cultura 2019).

La manifestazione giunta alla IX edizione, ideata e organizzata dalla Publimusic.com di Sabrina Gallitto e Officina della Cultura, direttore artistico Enzo Centonze, direttore format Paolo Fumarulo,  regia e coreografie di Stefania Coralluzzo, coordinatore tecnico Vincenzo Scasciamacchia, ufficio stampa  e pubbliche relazioni Nicola Altomonte, fitting Harscel Srl, casting Centonote Soc. Coop.va, segreteria organizzativa Terry Natale, assistenza costumista  Silvana Santeramo, allestimenti tecnici Saverio Morcinelli, audio luci e video Sound Planet Service, noleggio/vendita macchine e attrezzature Gruppo Festa, responsabile tecnico Studio Giesse di Gaetano Santoruvo che ha visto la conduzione della showgirle attrice Laura Lena Forgia coadiuvata dalla giornalista Annamaria Sodano, svoltasi nella splendida e suggestiva Piazza San Pietro Caveoso – Matera.

Media partner “CHI E’ CHI”, Fashion Channel, Book, TRM network, realizzata con il patrocinio della Regione Basilicata, della Provincia e Comune di Matera,  dell’APT Azienda di Promozione Turistica della Basilicata, della Lucana Film Commission, del CNA Federmoda e CNA  Cinema Basilicata.

 

Ospiti istituzionali presenti alla  manifestazione: Raffaello De Ruggieri (Sindaco del Comune di Matera), Mariano Schiavone (Direttore Generale dell’Apt Basilicata) e Nicola Timpone (Direttore del Gruppo Locale (Gal) “La Cittadella del Sapere” e Coordinatore Area Relazioni Istituzionali e Relazioni per Marketing della Lucana Film Commission).

Pace, uguaglianza e integrazione tra i popoli senza distinzione di razze, colori e culture questo è il messaggio che ha voluto lanciare da Matera (Capitale Europea della Cultura 2019). il Premio Moda “Città dei Sassi” con l’Associazione Cultuale Officina della Cultura di Matera e l‘Associazione No Profit African Fashion Gate (AFG) che sostiene un programma di sviluppo sociale e culturale ideato da Nicola Paparusso e patrocinato dal Ministero della Cultura e della Comunicazione del Senegal. L’obiettivo è favorire lo sviluppo sociale e culturale dell’Africa  attraverso la moda e l’arte. La passerella di Matera sulle quale hanno sfilato le modelle di AFG, ha rappresentato un ponte simbolico oltre per promuovere nel mondo le modelle africane e quindi esportare la loro rara bellezza anche  per promuovere il dialogo interculturale, l’osmosi e la contaminazione tra i vari linguaggi artistici.

 

A decretare i vincitori una prestigiosa giuria internazionale di addetti ai lavori (giornalisti, stilisti, esperti del settore, associazioni di categoria): La giuria composta dai creatori di moda: Lorenzo Riva, (stilista), Gianni Molaro (stilista) Michele Miglionico (stilista),  Paolo Fumarulo (stilista),dai giornalisti: Luciana Boccardi (Il Gazzettino), Paola Cacianti (storica critica di moda, Rai1 “Top- Tutto quanto fa tendenza”), Daniela Colucci (Rai2 Tg2 Costume e Società), Cristiana Schieppati (CHI E’ CHI) Fabiana Giacomotti (Il Foglio e docente di Scienze della Moda e del Costume all’Università di Roma La Sapienza), Marzio Nocera (Fashion Channel),  Sofia Catalano (Giornale di Sicilia – Oggi), Nicole Fouquè (Quotidiano Nazionale – Quotidiano.net), Michele Capolupo (Sassilive.it), Anna Larato (La Gazzetta del Mezzogiorno), Mariangela Lisanti (Il Quotidiano del Sud), Franco Martina (Ansa), Rosita Stella Brienza (Repubblica e La Nuova Basilicata), Francesca Rodolfo (TgNorba24), imprenditore tessile: Beppe Pisani (SerikosCollezioni &Tessili), esperti di moda: Nicola Paparusso (segretario generale dell’African Fashion Gate), Angelo Mellone (autore e conduttore del magazine di Rai1 “Top – Tutto quanto fa tendenza”), Rosalba Stasolla (docente di Storia del Costume), Tony Caravano (collezionista di moda), Sabina Albano (docente all’Accademia delle Belle Arti di Fashion Design di Catania); dalle associazioni di categoria: Leo Montemurro (CNA-Federmoda e CNA Cinema Baslicata).

Sette i concorrenti in gara: Dalila Palumbo, Dimitar Dradi, Ilenia Barone, Ilenia Donati, Iole Trombetta, Mara Piras, Simone La Bella.

 

Vincitore della nona edizione del Premio Moda “Città dei Sassi” è stata la stilista sarda Mara Piras, (premio consegnato dal sindaco Raffaello De Ruggieri). Il Premio Moda al Cinema (quest’anno dedicato all’attrice Ingrid Bergman icona del cinema e dello stile nel mondo consegnato dall’attrice Elisabetta Pellini)e Premio “Serikos” (consegnato dall’imprenditore tessile Beppe Pisani)sono stati assegnati allo stilista Simone La Bella.

Il Premio Moda “Matera 2019” (consegnato dal rappresentante del CNA Federmoda Leo Montemurro)è stato assegnato alla stilista pugliese Dalila Palumbo alla quale è stato anche riconosciuto il Premio Speciale “CHI E’ CHI” consegnato dal direttore responsabile Cristiana Schieppati con la motivazione “Ha saputo cogliere e trasmettere un segnale di unione della diversità”.

Nel corso della serata sono stati assegnati altri premi:

Premio alla Carriera alla giornalista Luciana Boccardi, Premio alla Carriera allo stilista Lorenzo Riva, Premio Speciale Moda allo stilista Gianni Molaro, Premio Speciale Moda allo stilista Michele Miglionico, Premio Speciale Cinema all’attrice Elisabetta Pellini, Premio Speciale Moda e Cultura al Segretario Generale dell’African Fashion Gate Nicola Paparusso, Premio Speciale Moda e Territorio al Direttore Generale dell’Apt Basilicata   Mariano Schiavone.

A dare il via all’evento è stata la commemorazione dei 20 anni dalla tragica scomparsa di Gianni Versace, una delle menti più fervide del fashion system, lo stilista più amato , quello più imitato e mai dimenticato. In tale occasione sono stati presentati al pubblico alcune creazioni degli anni ’90 di Gianni Versace della collezione privata di Tony Caravano, raffinato collezionista partenopeo che ha fatto della sua grande passione un vero e proprio stile di vita.

A seguire la proiezione di un video dedicato all’attrice Ingrid Bergman, la presentazione  della borsa “Ingrid” che la stilista Elisabetta Armellin per V73 ha creato appositamente  in occasione  del Centenario della nascita dell’attrice che ha fatto dono al Museo di Palazzo Mocenigo e della creazione dello stilista Paolo Fumarulo, che ha voluto interpretare con il suo abito da sera l’immagine dell’indimenticabile attrice icona di eleganza.

 

Lo spazio poi è stato dedicato ai giovani stilisti con le sfilate dei concorrenti: 

la stilista Dalila Palumbo si è ispirata all’argomento molto sentito e dibattuto tra le nostre generazioni, l’Omosessualità intesa non più come diversità, ma parte integrante di un complesso e sfaccettato tessuto sociale, il tema della collezione di Dimitar Dradi  è “The Crown of Love” vede realizzati capi in carta ed ecopelle con l’arte degli origami e grossi volumi che traggono ispirazione dal fetish africano, la collezione presentata da Ilenia Barone è ispirata alle bellezze naturali del Bel Paese, collezione ispirata ai balli in maschera tipici del XVIII secolo quella di Ilenia Donati, è ispirata a una delle ultime opere di Gustav Klimt la “Donna con  ventaglio”la collezione di Mara Piras,“Stuck in the Rocks”il tema della collezione di Simone La Bella che vuole dimostrare che non bisogna per forza indossare  seta accostata a diamanti in abiti a sirena per essere raffinati. A chiudere la gara Iole Trombetta con la sua collezione “Natura Sottomarina” ispirata alle sfumature del mare, ai coralli ed ai pesci tropicali.

A chiudere i protagonisti veterani dell’Alta Moda: lo stilista Michele Miglionico con una  anteprima della sua prossima collezione di alta moda “Smoking Couture”, Gianni Molaro che ha presentato degli outfits che rappresentano un po’ il suo percorso storico nella Haute Couture.  A chiudere la serata gli abiti eleganti e sfarzosi di Lorenzo Riva che da sempre è interprete del bon-ton italiano. 

A rendere ancora più magica la serata è stata la performance musicale del gruppo “L’altro ‘900”, nato a Matera nel 2000 ad opera di musicisti lucani tutti diplomati al Conservatorio Statale di Musica  Duni.

 

A completare il look delle modelle hair stylist: Biolab-Hair (Napoli) ed Estilo di Vincenzo Di Liddo (Matera),  mentre make up artist: Academy di Antonio Riccardo (Napoli), le fotografie sono di Paolo De Novi, Enzo Dell’Atti e Brunella Armaiuoli.

 

Grande successo del Premio Moda Città dei Sassi 2017 anche grazie alla presentazione  nella  Chiesa del Cristo Flagellato – Complesso San Rocco – Piazza San Giovanni – Matera del libro “CON INGRID tra colline viola (ed. Supernova) di Luciana Boccardi,  veterana giornalista veneziana esperta nel campo della moda e del costume, sono intervenuti Elisabetta Pellini (attrice), Paride Leporace (Direttore Generale della Lucana Film Commission), Elisabetta Armellin (stilista) e la moderatrice Rosalba Stasolla (Docente di Storia del Costume).

Un libro scritto dall’autrice per il centenario della nascita di Ingrid Bergman (1915-2015), che la stampa di tutto il mondo ha ricordato (successo, film, amori…). Nella storia della sua vita c’è comunque solo una giornata che non si legge in nessuna delle pagine dedicate all’attrice perché fino ad oggi sconosciuta, inedita: la giornata della giornalista Luciana Boccardi con Ingrid, nel lontano 1977, ad Asolo. In questo volume, oltre a frammenti da Una vita per il Cinema, si riportano le testimonianze rilasciate allora per il “dossier” (Tribute to Ingrid 1983) da personaggi di grande statura intellettuale accanto a quelle di personalità intervistate oggi. Alla domanda che chiude il libro, “Qual è il ‘colore’ di Ingrid?”, rispondono le più belle firme del giornalismo di moda italiano.

 

In tale occasione è stata presentata una mostra di n. 10 scatti fotografici originali dell’attrice per gentile concessione di Giulio Malgara che furono esposti al Teatro la Fenice di Venezia il 30 agosto 1083 durante il Festival del Cinema di Venezia  per la commemorazione a un anno dalla sua morte ”Tribute to Ingrid” che riunì i divi di Hollywood, lo star-system Internazionale e il mondo della cultura.

Al Premio Moda Città dei Sassi 2017 ha visto la presenza di MAVIVE dei Vidal, la dinastia veneziana del profumo, con la distribuzione al pubblico della serata  di campioncini omaggio del profumo.

Il profumo donato è la “Rosa Moceniga”, in ricordo a Ingrid Bergman.

Rosa Moceniga è un progetto ambizioso che il brand The Merchant of Venice ha deciso di sviluppare per omaggiare un fiore sofisticato, la cui storia ha origini antiche che si ricollegano alla tradizione profumiera veneziana.

La presenza di queste gocce di profumo dell’azienda veneziana (Mavive), offerte agli ospiti del Premio Moda “Città dei Sassi”,  rappresenta una sorta di fil Rouge che unisce la città magica di Matera alla magia di Venezia.

Una Matera diversa, piena di fascino e intrisa di evocazione, bellezza, solidarietà e internazionalità. Una eleganza, romantica e lieve, efficace per far conoscere culture diverse, per valorizzare e salvaguardare la Lucanità e il “Made in Italy” unici nel mondo.

                  Presidente  Officina della Cultura      Dott. Vincenzo Scasciamacchia         Website:        www.premiomoda.it                          

 

Website:        www.premiomoda.it  

FASHIONDMG