Privacy Policy
Scroll to Top

FASHION DMG MODA

Le auto di Automotive Masterpieces corrono con Tazio Nuvolari

Milano, 15 settembre 2017 – È partita oggi dalla storica piazza Sordello di Mantova la 27a edizione del Gran Premio Nuvolari, una delle più belle corse d’auto d’epoca al mondo che dal 1990 percorre alcune delle strade più suggestive d’Italia in onore del pilota più grande di tutti i tempi.

Il mito positivo di Tazio Nuvolari, da sempre fonte ispiratrice della manifestazione, quest’anno si presenta in chiave più che mai tecnologica. Al gran premio prenderanno parte, infatti, otto vetture censite da Automotive Masterpieces una delle più grandi enciclopedie digitali dedicate alle auto d’epoca.

Grazie al lavoro di Sandro Binelli, ideatore e promotore culturale del progetto, la storia di questi gioielli della meccanica torna alla luce e sopravvive allo scorrere del tempo poiché tutti i documenti e le foto riguardanti le vetture vengono digitalizzati e resi fruibili a un pubblico sempre più grande di appassionati e non.

Sulla pedana di partenza è salita questa mattina la Fiat 8V (Zagato) del 1954 telaio 106.000059, l’unica auto in gara ad aver corso due delle quattro edizioni storiche del Gran Premio Nuvolari nel 1955 con Aurelio Pellegrini e Sergio Bagatin ma non classificatosi (n. 456) e l’edizione del 1956 con il medesimo equipaggio questa volta arrivando 37mi a Brescia (n. 316) sotto i colori della Scuderia Sant’Ambroeus. Oggi corre il Gran Premio Nuvolari 2017 con il numero 148 guidata dal suo proprietario australiano David Reidie insieme al copilota Paolo Di Taranto, collezionista e manager della Zagato. Si tratta di una vettura di estrema importanza in quanto il terzo modello di pre-produzione creato dalla Zagato sulla base del telaio Fiat 8V.   (http://www.automotivemasterpieces.com/1954fiat8vsn106000059.html).

Questa meraviglia raggiungerà dopo la gara altre vetture che corsero il Gran Premio Nuvolari e pertanto la Mille Miglia al Museo Mille Miglia di Brescia dove è in corso la mostra “90 Anni 1000 Miglia’”.

Le altre 7 auto annoverate tra i capolavori di Automotive che prenderanno parte alla gara sono:

N. 7 Amilcar CGSS del 1926 telaio 41097 (Gatta/Piccinelli)

http://www.automotivemasterpieces.com/1926amilcarcgsssn41097.html

N. 14 B.N.C. Type 527 Sport Monza del 1927 telaio 27082 (Murru/Destro Castaniti)

http://www.automotivemasterpieces.com/1927bnctype527sportmonzasn27082.htmlN. 21 Riley 9 HP Broklands Speed Model del 1928 telaio 60/19 (Nessi/Nessi)

http://www.automotivemasterpieces.com/1928riley9hpbrooklandsspeedmodelsn6019.html

N. 39 Fiat 508 Balilla Spider tipo corsa del 1933 telaio 508*016627 (Belometti/Vavassori)

http://www.automotivemasterpieces.com/1933fiat508balillaspydertipocorsasn508016627.html

N. 44 Aston Martin Le Mans 2/4 seater del 1933 telaio F3/280/S (Lui/Grossi)

http://www.automotivemasterpieces.com/1933astonmartinlemans24seatersnf3280s.html

N. 111 Fiat Ermini Siluro 1100 del 1951 telaio 028051 (Morcombe/Vida)

http://www.automotivemasterpieces.com/1951fiaterminisiluro1100sn028051.html

N. 178 AC Ace del 1955 telaio AE71 (Franzi/Biasia)

http://www.automotivemasterpieces.com/1955acacesnae71.html

Il pubblico di Mantova potrà scoprire tutta la storia delle vetture visitando il sito web ad esse dedicato scaricando l’APP AUTOMOTIVE MASTERPIECES e ricevendo il feed con il link al sito direttamente dalle vetture grazie ai beacon posizionato sulla stessa e alla tecnologia BLE (Bluetooth Low Energy).

Un vero e proprio viaggio esperienziale attraverso le automobili che diventano storie da raccontare, una modalità̀ che in gergo viene comunemente definita “Internet delle Cose”: è il passato che incontra il futuro.

Ma storia e fascino attendono anche chi non potrà seguire il Gran Premio dal vivo. Sabato 16 settembre sempre nella splendida cornice di Piazza Sordello, andrà in scena la 3a edizione del Concorso d’Eleganza Città di Mantova –  organizzato dal Club 8 Volanti in collaborazione con l’Automobile Club di Mantova e Mantova Corse –  dove l’auto d’epoca più bella porterà a casa il titolo di “Più Bella del Reame”.

Al concorso prenderanno parte altre due vetture entrambe iscritte al Gran Premio Nuvolari del 1955.

La Fiat 8V (Vignale) del 1954 telaio 106.000052 iscritta al Gran Premio Nuvolari del 1955 con Casimiro Toselli e Bruno Cavallo (n. 405), prima Fiat 8V nel tracciato Brescia-Roma della Mille Miglia ma non giunse a Mantova per concorrere al Gran Premio Nuvolari sul percorso finale Cremona-Mantova-Brescia a causa di un incidente a Roma che costrinse l’equipaggio al ritiro e a non entrare in classifica. Trattasi di una vettura pezzo unico con un prestigioso passato sportivo alle spalle.

http://www.automotivemasterpieces.com/1954fiat8vsn106000052.html

Non andò meglio alla Ermini 357 1500 Sport (Scaglietti) del 1955 telaio 1555 che fu iscritta al Gran Premio Nuvolari del 1955 con Libero Bindi, anch’essa non si classificò. L’auto è uno splendido esemplare di barchetta Ermini carrozzato da Scaglietti in soli due esemplari e con un palmares prestigioso anche come vettura ufficiale dal 1955 al 1959.

http://www.automotivemasterpieces.com/1955ermini3571500sportsn1555.html

 

Al Concorso Città di Mantova ci saranno anche:

Alfa Romeo Giulietta Spider del 1955 telaio 1495-00007 della Collezione Lopresto

http://www.automotivemasterpieces.com/1955alfaromeogiuliettaspidersn14950007.html

Fiat Ermini Siluro 1100 del 1950 telaio 008850 presentata da Corrado Minussi

http://www.automotivemasterpieces.com/1950fiaterminisiluro1100sn008850.html